Una ricetta per un gioco

Se hai letto la pagina in cui ti racconto un po’ di me (Mi presento), avrai visto che oltre alla cucina mi piacciono i giochi da tavolo. Questa Rubrica nasce dall’osservazione che due dei miei mondi, inevitabilmente entrano sempre in contatto. Con i nostri amici ci incontriamo o in ludoteca o a turno nelle nostre rispettive case ed in queste serate/giornate ed anche vacanze,  il cibo ed i giochi da tavolo sono la conseguenza l’uno dell’altro.

La mia idea è quella di abbinare una ricetta con un gioco, anche se a differenza di mio marito e dei nostri amici Batch e Vale io di certo non sono un’intenditrice. Semplicemente mi diverto a giocare, solo e per il puro gusto di stare in compagnia, e perché no, anche per tenere in allenamento il cervello. Ma la conclusione dopo questa premessa doverosa è che mi piace l’idea di darvi la mia opinione sul gioco in sé, poiché molte delle mie ricette nascono proprio per serate o giornate dedicate a cibo-gioco. Non penso certo di essere in grado di fare recensioni nel vero senso del termine, per questo compito lascio il posto a chi se ne intende molto più di me, e credetemi ce ne sono di molto più qualificati!! Se vuoi vedere qualche recensione fatta bene guarda segui questo canale YouTube.

Semplicemente voglio farvi conoscere i giochi che facciamo, che di norma sono preceduti da succulenti pasti o accompagnati da deliziosi tea, poiché i nostri amici GiuGaAri sono dei veri intenditori di tea, in effetti lo è solo Giu 😉 .
Alcuni di questi giochi sono molto complessi, altri sono assolutamente divertenti, solo squisitamente divertenti!! Perché il gioco deve essere prima di tutto un divertimento, come del resto il cibo deve essere un piacere.

Sono molte le persone con cui giochiamo, ci incontriamo ed ognuno trasloca qualche gioco a casa dell’altro, per lasciare più scelta sul gioco da fare, assieme al gioco di norma si portano anche succulenti pietanze, accompagnate da risate e da molta gioia. Perché nella nostra famiglia il gioco da tavolo ha portato un grande beneficio: l’amicizia! É un modo assolutamente sano per divertirsi. Si gioca per il puro gusto di farlo, senza puntare soldi, col solo gusto di mettersi in gioco in primis con sé stessi, e solo in seguito con gli avversari.

I nostri amici Lele e Cri ci hanno introdotto nel mondo del gioco da tavolo moderno. Prima conoscevamo solo Monopoli, Risiko e tutti i giochi della nostra infanzia/adolescenza, io adoravo ed adoro tutt’ora il Trivial :D. Ricordo ancora che il primo gioco fu Scene It, poi loro hanno iniziato a conoscere ed apprezzare il mondo del Board Games (come lo chiamano i veri intenditori), scoprendo che esistono moltissimi giochi con le miniature, analoghi ai giochi dei soldatini che conoscevamo quando eravamo piccini. Pensa che Cri si è talmente appassionata alle miniature che ha fatto di questo mondo il suo mondo lavorativo, infatti oggi è una delle pittrici di miniature più brave ed apprezzate, se vuoi vedere le sue opere visita il sito di Cristina Piras Violet Studio Paint.

Sia a me che a mio marito i giochi da tavolo sono sempre piaciuti, ma lui in verità è il vero appassionato della famiglia, è lui il traghettatore, colui che ama studiare regolamenti, individuare nuovi interessanti giochi nel panorama non solo italiano ma anche internazionale, grazie a lui abbiamo conosciuto i giochi di un ragazzo neozelandese che ci hanno completamente conquistato. Pensa, lui è talmente appassionato che ha fatto una relazione analoga alla mia, il gioco e il cibo sono molto vicini, ma mentre esistono G.A.S. Gruppi d’acquisto solidale sul mondo del food, non esistono G.A.S. sul mondo del gioco da tavolo.
Quindi in occasione dell’uscita del film Il risveglio della Forza il settimo film della saga di Star Wars, ha fatto il primo timido GAS sul gioco da tavola, il GAS fu su Carcassonne Star Wars. Da quella piccola esperienza ultra positiva ha iniziato a pensare a come poter mettere insieme tutti gli elementi per creare un G.A.S e 5 mesi fa ha pensato e realizzato il GASGDT – GRUPPO D’ACQUISTO SOLIDALE GIOCHI DA TAVOLO che oggi conta più di 1250 adesioni

Da queste piccole news sulla mia vita puoi capire come mi sia venuta l’idea di Una ricetta per un gioco, la rubrica non avrà una scadenza fissa, almeno per il momento, spero ti piaccia e che verrai spesso a trovarmi!!

Se vuoi vedere tutti i post di questa rubrica clicca qui Una ricetta per un gioco

 

Buon appetito e divertiti!!

2 thoughts on “Una ricetta per un gioco

I commenti sono chiusi.