Patate in umido

Le patate in umido ricordano la cucina dell’infanzia, la cucina della nonna. Questa è una ricetta economica e nei miei ricordi le patate in umido, sono un contorno che  va preparata nelle giornata fredde perché devono essere servite belle calde; ma anche in questo periodo, in cui la sera è più freschetto fa piacere mangiarle. Inoltre se avanzano, il giorno dopo si possono utilizzare come base per una buonissima pasta e patate.

Le patate in umido si possono servire come contorno per uno spezzatino o come ho fatto io con le uova strapazzate.

Questa è una ricetta perfetta per una cena vegana o vegetariana.

Lista della spesa per 2 persone

  • 500 g abbondante di patate
  • 1 barattolo di pomodori a pezzettoni da 400 g – io passata rustica
  • 2-3 cucchiai olio di oliva
  • sale q. b.
  • 1 cipolla dorata
  • 1 costa di sedano
  • 1 carota
  • funghi porcini essiccati a piacere – io ho messo una manciata di funghi e non li ho ammollati nell’acqua
  • Acqua q. b.
  • Peperoncino a piacere – facoltativo

Per un gusto più orientale si può mettere una spolverata si zenzero o curry

 

Cuciniamo

  1. Mondare il cedano e la carota e sminuzzarle, quindi trasferire nel tegame dove c’è l’olio sul fondo ed accendere a fuoco basso il fuoco.
  2. Mondare la cipolla e tagliarla in fettine sottili ed versarle nel tegame.
  3. Aggiungere al soffritto la passata di pomodoro, ed allungare con dell’acqua abbondante.
  4. Pelare le patate tagliatele a pezzettoni e lasciarle a bagno in acqua fredda per almeno 10 minuti, per togliere un po’ di amido, quindi sciacquarle e trasferirle nel tegame.
  5. Mescolare il tutto ed aggiustare di sale
  6. Lasciar cuocere finché le patate sono cotte ma non disfatte, mescolando di tanto in tanto. Nel caso in cui l’acqua viene assorbita, ma le patate non sono cotte, aggiungere dell’acqua calda per non bloccarne la cottura, e procedere in questo modo, finché le patate non saranno cotte.
  7. A metà cottura aggiungere i funghi secchi.
  8. Circa a metà cottura se si desidera, aggiungere le spezie a piacere.
  9. Servire le patate in umido calde.

 

Buon Appetito !!

Annunci

Polpette di lenticchie e spinaci – ricetta per vegani, vegetariani ed amanti dei legumi

Polpette di lenticchie e spinaci - piatto per vegani vegetariani e amanti dei legumi. Una ricetta economica, veloce e di sicuro successo
Polpette di lenticchie e spinaci – piatto per vegani vegetariani e amanti dei legumi. Una ricetta economica, veloce e di sicuro successo

Le polpette di lenticchie e spinaci sono buonissime! Questa è una ricetta per tutte quelle persone che amano i legumi, per chi segue una dieta vegana, vegetariana o la dieta mediterranea, insomma davvero per tutti. Lenticchie e spinaci sono un accoppiata che mi piace moltissimo, di norma in inverno faccio una zuppa con questi due ingredienti, con i crostini di pane, aglio e peperoncino. Ma era davvero da molto tempo che volevo provare le polpette di legumi. Il massimo del gusto, secondo me, si ottiene friggendole, ma per chi vuole mantenere un occhio alla linea, le può tranquillamente cuocere come ho fatto io in padella.

Le polpette di lenticchie e spinaci sono un piatto veloce ed economico da preparare. Questa è una ricetta adatta anche per il menù di una festa o una cena con amici. Le polpette si possono preparare il giorno prima e scaldare al momento (io ho fatto così).

Oltretutto è anche una ricetta svuota frigo perfetta, io tengo sempre una scorta di legumi in barattolo per emergenza e delle verdure surgelate. A fine stagione, quando partiamo per i viaggi o i week end, ho sempre qualche rimanenza, questa è una di quelle ricette che mi viene in aiuto. 😉

Lista della spesa per 3-4 persone

  • 1 e 1/2 barattolo di lenticchie
  • 200-300 g di spinaci surgelati – io ho usato quelli in foglie
  • 2 spicchi d’aglio
  • Spezie AMERICAN BBQ – U.S.A. Cannamela a piacere  – io le ho messe sia nella cottura degli spinaci che sulle polpette
  • Pangrattato q. b.
  • Olio extra vergine d’oliva q. b.
  • Sale q. b.

Cuciniamo

  1. Scaldare in una padella un paio di cucchiai di olio con l’aglio e aggiungere gli spinaci congelati.
  2. Cuocerli a fuoco lento con un coperchio, mescolando di tanto in tanto, quando gli spinaci si saranno scongelati aggiungere le spezie American BBQ a piacere.
  3. Scolare le lenticchie e sciacquarle dall’acqua di vegetazione, aggiungerle agli spinaci amalgamando il tutto e continuare la cottura aggiustando di sale.
  4. A cottura ultimata far freddare.
  5. Aggiungere il pangrattato per assorbire l’umidità delle lenticchie e degli spinaci.

Cottura leggera

  1. In una ciotola versare del pangrattato, nel frattempo scaldare poco olio in una padella antiaderente.
  2. Formare con il composto le polpette e impanarle nel pangrattato.
  3. Cuocerle quel tanto che serve per fare una leggera crosticina.
  4. Durante la cottura schiacciare leggermente le polpette, spolverizzare su entrambi i lati con le spezie American BBQ.

Frittura

  1. Aggiungere le spezie direttamente nel pangrattato mescolare e impanare.
  2. Dopo aver scaldato abbondante olio immergere le polpette.
  3. Una volta dorate, scolarle e passarle su carta paglia o carta da cucina per assorbire l’olio in eccesso.

Ho servito le polpette con un’insalata mista.

Buon Appetito!!

Hummus di ceci: le mie ricette con e senza tahina

hummus-di-ceci-cooking-dona
Hummus di ceci

L’Hummus è una meravigliosa salsa che è generalmente ottenuta unendo ceci olio, limone, spezie (a seconda delle versioni ), con una crema di semi di sesamo o burro di sesamo nota come tahina.

 

La tahina si ottiene tostando i semi di sesamo delicatamente per evitare che inaspriscano, poi tritati, la farina ottenuta si allunga con olio di sesamo fino a formare una pasta, simile al burro di arachidi ma con una consistenza più fluida. Si trovano moltissime marche in commercio, la cui consistenza è più o meno densa, io generalmente utilizzo una tahina biologica.

La tahina ha un sapore tipicamente di noci ha un aroma che ricorda quello delle arachidi, ma è meno dolce e con una nota tostata.

L’hummus è una tipica salsa della tradizione medio orientale è una densa a base di legumi per la precisione ceci. Viene utilizzata come accompagnamento per molti piatti ed è sempre più diffusa anche nella gastronomia occidentale e sai che ti dico io me ne sono letteralmente innamorata,  da quando ho iniziato a prepararla ha ottenuto un posto privilegiato nelle mie serate con amici e parenti ed ora non potremmo io, la mia famiglia ed i nostri amici farne a meno.

L’Hummus è una salsa buonissima oltre che sana, si serve come antipasto od in accompagnamento a molte verdure cotte e crude soprattutto in Libano, in Turchia e in Israele è utilizzato anche nelle cucine indiana, greca, maltese. Io ho assaggiato sia quella indiana che greca che maltese, ma è la versione libanese, quella che ho provato ad Abu Dhabi che a tutt’oggi preferisco nel modo più assoluto.

Semplicissima nella preparazione e versatile si abbina a diverse ricette, l’hummus ha conquistato un posto di tutto rispetto anche sulle tavole europee ( la mia per prima 😀 ) ed è adatto anche a chi segue una dieta vegetariana o vegana, insomma mette d’accordo proprio tutti. Inoltre è un piatto estremamente economico ed è perfetta per “riciclare” i ceci se avanzano lessati.

Andiamo a vedere come prepararla, io l’ho appena fatto …. l’hummus si mantiene in frigo per 3-4 giorni. Generalmente utilizzo i ceci secchi, ma a volte mi è capitato di fare l’hummus con i ceci in scatola, nessuno ha notato la differenza, ho fatto l’hummus anche con i ceci neri, una bontà unica e totale!!

Io utilizzo solo pochissimi ma saporiti ingredienti 😉

 

Lista della spesa

  • 240 gr di ceci in scatola oppure 100 di ceci secchi
  • 2 cucchiai di olio evo
  • il succo di 1/2 limone 1 se è piccolo – io biologico
  • 2 cucchiai di tahina – io biologica
  • sale se necessario – io sale dolce di Cervia

Cuciniamo

  1. Se usi ceci secchi mettili in ammollo in acqua fredda per un giorno (24 ore) con il doppio del loro volume di acqua, quindi scolali e risciacquali. Cuocili per circa mezz’ora in una pentola a pressione con abbondante acqua salata, oppure puoi lessarli per 50 minuti in una normale pentola, fino a che non diventeranno teneri.
  2. Se usi i ceci in scatola scolali dall’acqua di vegetazione e sciacquali bene.
  3. Metti nel mixer i ceci con due o tre cucchiai di acqua, aggiungi gli altri ingredienti tranne l’olio d’oliva evo e frulla bene fino ad ottenere una bella crema liscia ed omogenea.
  4. Se vedi che la crema risulta troppo densa allungala con dell’acqua, tieni conto che in frigorifero tende ad addensare .
  5. Versa la crema nella ciotola da portata o nel contenitore, aggiungi l’olio d’oliva evo ed amalgama bene.

L’Hummus è pronto ed a seconda dei vostri gusti, puoi cospargere l’hummus con prezzemolo tritato o peperoncino o paprika io lo preferisco liscio.

 

Ed ora la ricetta della mia versione dell’humus senza tahina.

 

Lista della spesa

  • 240 g di ceci in scatola oppure 100 di ceci secchi
  • 2 cucchiaini di semi di sesamo
  • 1 cucchiaino e mezzo di semi di cumino
  • Sale q. b.
  • Peperoncino possibilmente fresco e qualità habanero (dona un gusto che ricorda i peperoni)
  • Aglio q. b.
  • Prezzemolo tritato q. b.
  • Scorza di limone grattugiato q. b.
  • 1 o 2 cucchiai di Olio Agrumato al Limone Duca Carlo Guarini
  • Acqua di cottura dei ceci q. b.

 

Cuciniamo

  1. Se usi ceci secchi mettili in ammollo in acqua fredda per un giorno (24 ore) con il doppio del loro volume di acqua, quindi scolali e risciacquali. Cuocili per circa mezz’ora in una pentola a pressione con abbondante acqua salata, oppure puoi lessarli per 50 minuti in una normale pentola, fino a che non diventeranno teneri.
  2. Se usi i ceci in scatola scolali dall’acqua di vegetazione e sciacquali bene.
  3. Scolare i ceci e versali nel mixer aggiungi gli altri ingredienti e uno o due cucchiai di acqua di cottura.
  4. Frullare fino ad ottenere una crema omogenea, se dovesse essere necessario aggiungere altra acqua di cottura.
  5. Servire a piacimento caldo tiepido o freddo su pane bruscato, pane carasau o crostini.

 

Buon Appetito !!

Piselli, fave, peperone e sedano è 1 secondo o 1 contorno?

piselli-fave-peperone-e-sedano-cooking-dona
Piselli , fave, sedano e peperoni

Questa mattina proprio non sapevo cosa cucinare per pranzo, così ho aperto la mia dispensa e guardando i miei barattoli pieni di legumi secchi, mi si è venuta un’idea. Una ricetta tutta vegana, ricca di proteine e di gusto!! È un piatto che può essere gustato sia come contorno che come secondo, quando l’ho assaggiato me lo sarei mangiato tutto 😀

 

La ricetta è molto economica e veloce, solo il tempo di cottura dei vari ingredienti e il piatto è fatto.

 

Lista della spesa

  • 200 g di piselli – io congelati
  • 50 g di fave secche
  • 1 cuore di un sedano bianco circa 140 g
  • 1 peperone
  • 1/2 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaio raso di semi di girasole
  • 3-4 cucchiai di ollio evo
  • Dado granulare vegetale q. b. – io il mio dado home made
  • Sale q. b.
  • Coriandolo macinato – io Coriandolo Macinato Cannamela 

 

Cuciniamo

  1. Mettere in ammollo le fave secche (anche se non specificato sulla confezione, cuoceranno in meno tempo).
  2. Tagliare il sedano a cubetti e versarlo nella padella, tagliare il peperone a cubetti e versarlo in un recipiente per microonde, sopra al peperone versare la cipolla tagliata a listarelle.
  3. Aggiungere le fave e l’acqua dell’ammollo al sedano ed accendere il fuoco.
  4. Porre il recipiente  con i peperoni e la cipolla senza coperchio nel microonde e farlo andare per 10 minuti a 600 Watt.
  5. Passati i 10 minuti aggiungere un goccio di olio e una spolverata di dado granulare vegetale, mescolare e farlo cuocere 10 minuti al microonde sempre a 600 Watt e sempre senza coperchio.
  6. Aggiungere i piselli surgelati alle fave e sedano assieme all’aglio tagliato a fettine, spolverare con il dado granulare vegetale e far cuocere, se necessario aggiungere un po’ d’acqua.
  7. Quando i piselli saranno cotti versare i peperoni e la cipolla nella padella, aggiungete il coriandolo macinato, mantecare per qualche minuto.
  8. A fine cottura, quando tutti gli ingredienti saranno amalgamati fra loro, spegnere il fuoco, aggiungere i semi di zucca mescolare e servire.

 

Buon Appetito!!