Frittata di rucola e cipolle caramellate con aceto balsamico IGP

Frittata rucola e cipolle caramellate con aceto balsamico IGP
Frittata rucola e cipolle caramellate con aceto balsamico IGP

La frittata è un classico della cucina italiana, la frittata di cipolle poi secondo me è una delle più buone in assoluto 😀 . Questa ricetta, oltre ad essere un piatto molto economico, è davvero molto semplice da preparare. Rispetto alla versione classica, ho aggiunto l’aceto balsamico e la rucola, questi due ingredienti aggiungono quel quid in più e il sapore risulta ancora più pieno e ricco.

TRUCCO: Per rendere le cipolle più digeribili, dopo averle mondate e tagliate, lasciale un quarto d’ora a bagno nell’acqua e poi sciacquarle. Dopo cuocile nell’acqua. 😉

 

Lista della spesa

Il latte serve per rendere la frittata più soffice 😉

 

Cuciniamo

  1. In una padella antiaderente versare l’olio fatelo scaldare, quindi aggiungete le cipolle mondate e tagliate a fettine sottili.
  2. Cuocere le cipolle aggiungendo di tanto in tanto un cucchiaio d’acqua (questo serve a non usare troppo olio) per evitare che le cipolle si secchino, aggiustate di sale e pepe.
  3. Quando le cipolle sono quasi cotte sfumare con l’aceto balsamico, fare insaporire fino a che le cipolle si sono caramellate, a questo punto aggiungete la rucola dopo averla mondata ed asciugata.
  4. A parte sbattete le uova con il latte ed aggiustare di sale e pepe, poi versare le uova sulle cipolle.
  5. Cuocere la frittata a fuoco dolce
  6. Servire la frittata calda o fredda a piacimento, questa fritta si può gustare come secondo piatto, oppure come antipasto se tagliata a striscioline o quadratini.

NB: Girate la frittata solo quando vedete che si sta iniziando a cuocere anche sulla superficie, in questo modo l’operazione sarà molto più agevole.

 

Buon Appetito !!

Frittata di rucola e cipolle caramellate all’aceto balsamico IGP

 

La frittata è un classico della cucina italiana, la frittata di cipolle poi secondo me è una delle più buone in assoluto 😀 . Questa ricetta, oltre ad essere un piatto molto economico, è davvero molto semplice da preparare. Rispetto alla versione classica, ho aggiunto l’aceto balsamico e la rucola, questi due ingredienti aggiungono quel quid in più e il sapore risulta ancora più pieno e ricco.
TRUCCO: Per rendere le cipolle più digeribili, dopo averle mondate e tagliate, lasciale un quarto d’ora a bagno nell’acqua e poi sciacquarle. Dopo cuocile nell’acqua. 😉

Lista della spesa

Il latte serve per rendere la frittata più soffice 😉

Cuciniamo

  1. In una padella antiaderente versare l’olio fatelo scaldare, quindi aggiungete le cipolle mondate e tagliate a fettine sottili.
  2. Cuocere le cipolle aggiungendo di tanto in tanto un cucchiaio d’acqua (questo serve a non usare troppo olio) per evitare che le cipolle si secchino, aggiustate di sale e pepe.
  3. Quando le cipolle sono quasi cotte sfumare con l’aceto balsamico, fare insaporire fino a che le cipolle si sono caramellate, a questo punto aggiungete la rucola dopo averla mondata ed asciugata.
  4. A parte sbattete le uova con il latte ed aggiustare di sale e pepe, poi versare le uova sulle cipolle.
  5. Cuocere la frittata a fuoco dolce
  6. Servire la frittata calda o fredda a piacimento, questa fritta si può gustare come secondo piatto, oppure come antipasto se tagliata a striscioline o quadratini.
NB: Girate la frittata solo quando vedete che si sta iniziando a cuocere anche sulla superficie, in questo modo l’operazione sarà molto più agevole.
Buon Appetito !!

Uova al pomodoro con bietole al vapore

Ooohh questa è proprio una di quelle ricette che mi ricordano la mia infanzia, qui con me ci sono i miei a coccolarmi care amiche mie, poiché lo scorso mercoledì ho avuto un intervento di tiroidectomia totale… e giustamente ora mi godo la convalescenza :)) …… fa sempre piacere a tutti essere coccolati, ma quando le coccole ti riportano alla tua infanzia allora è proprio bellissimo, nonostante il periodo di convalescenza.
Vi dirò quest’esperienza è stata davvero meno forte di quello che pensavo, ma non voglio angosciarvi con i particolari… l’unica cosa che vi dico è non sottovalutate gli effetti collaterali che possono verificarsi per un mal funzionamento della tiroide, ogni tanto quando fate le analisi generali, chiedete al vostro medico di controllare anche gli ormoni tiroidei, è meglio sempre avere tutto sotto controllo o almeno provarci ^^.
Ma parliamo di argomenti decisamente più allegri!! ……….. una delle mie coccole come vi dicevo mi ha ricordato la mia nonna e il mio prozio, sto parlando delle uova al pomodoro.
Mi ricordo che era un piatto che adoravo da bambina e ancora oggi quando le mangio provo sempre la stessa sensazione di sorpresa a sentire l’accostamento di questi due sapori :))
Un piatto proprio veloce e leggero volete sapere come si fanno? …… dai andiamo a vederlo!!
INGREDIENTI
– 2 uova a persona
– passata di pomodoro
– qualche foglia di basilico
– olio evo
– 1 bel mazzetto di bietoline
– sale e pepe
PROCEDIMENTO
Pulite e lavate le bietoline cuocetele al vapore e conditele con olio evo, sale, pepe e se vi piace dell’aceto, il massimo è la glassa d’aceto 😉
Queste sono le dosi per le uova 3 per persone: versate in un pentolino un cucchiaino d’olio evo e meno di un terzo di passata di pomodoro con qualche foglia di basilico spezzettata a mano e un po’ di sale, come diceva mia nonna il sughetto deve cuocere piano piano……. Ricordate piano piano questo tipo di cottura è fondamentale per l’ottima riuscita del piatto.
Cotto il sugo aggiungete le uova e girate con un mestolo finchè le uova non si cuociono, girate sempre, un po’ come fareste se steste facendo la crema pasticcera, non devono attaccarsi!!
Cotte le uova servitele calde.
Allora che ne dite vi piace la ricetta di mia nonna??? …… a me sempre oggi come quando ero una bimba …… buon appetito :))

Pan di Spagna soffice e leggero e pratico da preparare

Ieri era il compleanno della mia amica Stefania e siamo a stati a cena a casa sua per una cena molto casalinga e molto intima a base di pizza rigorosamente fatta in casa da lei…… Era buonissima, davvero buonissima!!
Le pizze erano con farciture diverse in modo da accontentare grandi e piccini la pizza col prosciutto c’era sia in versione piccante che non, e poi la pizza funghi e prosciutto, accompagnato il tutto con della birra, e diciamocelo con la pizza la birra sta sempre bene!
Voi mi chiederete a questo punto, ma che c’entrano le pizze col Pan di Spagna? Teoricamente nulla, nel caso specifico volevo far onore alla cucina della mia amica. ;))
Passando invece alla sua torta, che non aveva assolutamente nulla da invidiare a quelle di pasticceria, purtroppo non ho la foto da farvi vedere poiché il mio cellulare che mi accompagna in tutte le mie scorribande fotografiche era scarico 😦 ….. ma quando me la danno ve la posto. ;))
Il dolce era un soffice Pan di Spagna talmente soffice che si scioglieva in bocca, leggero al gusto e farcito con crema pasticcera e crema al cioccolato, decorato con panna e topping al cioccolato!!
Non potevo non chiederle la ricetta, e lei con la grazia che la denota me l’ha data stupendosi che potesse interessare il mondo “virtuale”, considerando le ricette che di solito trovo in giro su libri e rete, questa davvero le batte tutte, per velocità semplicità d’esecuzione e ……….. quantità!!
INGREDIENTI
– uova
– zucchero
– farina
– 1 bustina di lievito per dolci
PROCEDIMENTO
Avrete notato che non vi ho dato le quantità, non è una svista tranquille, è solo che la ricetta è talmente facile anche da replicare anche aumentando le dosi, vi stupirete come me! Stefania ieri ha usato 3 uova, le ha pesate e ha pesato pari quantità di zucchero e farina.
Quindi ha montato le uova con lo zucchero e aggiunto gradualmente la farina col lievito, poi ha versato il composto nello stampo e infornato a 170° per 20 minuti, sfornata la base della torta ha aspettato che si freddasse l’ha tagliato e farcito.
Allora avevo ragione a dire che questa ricetta del Pan di Spagna è favolosa?? ……….. è davvero il caso di dire GNAMM!!
Non ho le ricette per le creme al momento ;(

Insalata Americana di Patate e Uova

Amiche Mie, che bontà quest’insalata! Qualche tempo fa girovagando su internet alla ricerca di una ricetta di cui ora nemmeno mi ricordo più, mi sono imbattuta in quest’insalata, e subito mi ero riproposta di rifarla alla prima occasione. A noi le patate pocciono davvero tanto, ma essendo zuccherine non posso utilizzarle molto nella dieta, in realtà è proprio il caso di dire che non le posso proprio utilizzare. A volte però faccio un’eccezione e come ieri che avevo una cena da preparare per 6 persone e il mio maritino tardava con la spesa, ho aperto il frigo ho visto le uova e mi sono ricordata di avere le patate e allora l’associazione di idee è stata veloce e puntuale :))
Ebbene quest’insalata americana si è rivelata davvero ottima, soprattutto per le cene in cui avete molti amici a cena, è anche un ottimo contorno per il barbeque. Insomma è caso di dire GNAM!!

INGREDIENTI
– 1,2 di patate
– 4 uova io avevo due ed è venuta benissimo
– maionese qb io ho usato quella allo yogurt
-sale

PROCEDIMENTO
Ho sbucciato lavato e messo a cuocere con la vaporiera nel microonde le patate tagliate a cubetti. Per 15minuti a potenza 900. Ho cotto le uova facendole sode e le ho sgudciate e tagliate a cubetti wuando erano fredde. Ho aggiunto il sale e la maionese e l’ho servita fredda…. mmmm buonissima :))

var addthis_config = {“data_track_addressbar”:true};
//s7.addthis.com/js/300/addthis_widget.js#pubid=ra-522c9ac24d382992

Barchette di uova ripiene con tonno, capperi, maionese e senape

Le barchette di uova ripiene sono una ricetta che mi ricorda la mia infanzia, infatti era uno degli antipasti o  un secondo piatto estivo che faceva sempre la mia mamma.

Rispetto alla ricetta di mia madre ho aggiunto la senape, lei generalmente spolverizzava le barchette con del prezzemolo tritato, rigorosamente a mano, ma quando ho preparato le barchette di uova ripiene, non l’avevo in casa, così l’ho sostituito con la senape.
Questa ricetta veloce da preparare ed economica, è molto versatile, e si presta a modifiche a seconda dei propri gusti, l’unico ingrediente che non si può sostituire è il tonno, poiché assieme alle uova è il protagonista di questa ricetta.

A me piacciono moltissimo, e come posso le preparo. Se presento la ricetta come antipasto servo una barchetta (metà uovo) a persona, se le offro per secondo considero 3-4 barchette a persona.

Lista della spesa per 4 uova

  • 4 uova – io biologiche
  • 1 scatola da 160 g di tonno
  • Una manciata di capperi dissalati
  • 2 cucchiaini di maionese – io maionese con yogurt
  • 1 cucchiaino di senape dolce

 

Decorazione

Volendo si possono decorare con un ciuffetto di prezzemolo, oppure con del prezzemolo tritato a mano, e con della curcuma e semi di papavero

 

Cuciniamo

  1. Portare a bollore dell’acqua in un pentolino, immergere le uova cuocerle per 7 minuti.
  2. Spegnere il fuoco, lasciare le uova qualche minuto nell’acqua prima di scolarle.
  3. Sbucciarle una volta fredde, tagliarle a metà, separando il tuorlo dall’albume facendo attenzione a non romperlo.
  4. Mettere i tuorli in una ciotola assieme al tonno sgocciolato, i capperi, la maionese e la senape e amalgamare bene il tutto.
  5. Con il composto ottenuto farcire gli albumi e dando loro una forma leggermente bombata.
  6. Se dovesse avanzare della farcitura tagliare la parte superiore dei pomodori rossi ramo o ciliegini, pulirli dai semi e riempirli col composto.
  7. Servire freddi.

 

Buon Appetito !!