Plumcake gluten free di zucca, ma solo con le bucce e filamenti

Plumcake di zucca salato, fatto solo con le bucce ed i filamenti
Plumcake di zucca salato, fatto solo con le bucce ed i filamenti

La zucca è molto versatile, a me piace moltissimo sia per le ricette dolci che per quelle salate. Della zucca ne utilizzo ogni sua parte accetto il picciolo. Per il plumcake di zucca di oggi i protagonisti sono le parti meno nobili della zucca, la buccia ed i filamenti. Per questa ricetta che fra l’altro è molto veloce da preparare, per preparare l’impasto ho utilizzato il frullatore ad immersione.

Di seguito trovi il mio trucco per pulire la zucca, l’unica parte che risulterà cotta sarà solo la buccia.

TRUCCO PER PULIRE LA ZUCCA: Sono anni ormai che le zucche le acquisto intere e per poterle “sbucciare” agevolmente ed in sicurezza, le pongo in forno a 160° per 30 minuti, poi spengo il forno e la capovolgo e la lascio in forno per altri 5 minuti. A questo punto la buccia si riesce a separare facilmente dalla polpa con l’aiuto di un coltello.

 

Lista della spesa

  • 180 g di bucce di zucca e filamenti
  • 80 g di farina di mais
  • 80 g di amido di mais
  • 8 g di lievito per dolci (io senza vaniglina) – io ne ho messi 12 g il plumcake è risultato con un retrogusto leggermente sapore amaro
  • 2 uova – io biologiche
  • 90 ml di acqua
  • 20 ml di olio di girasole
  • 20 g di parmigiano grattugiato – io stagionato 30 mesi
  • 2 g di dado granulare vegetale – io il mio dado granulare vegetale
  • 40 g di formaggio tagliato a dadini – io una toma al vino
  • 20 g di semi girasole

 

Cuciniamo

  1. Frullare le bucce ed i filamenti della zucca con le uova.
  2. Aggiungere tutti gli altri ingredienti tranne il formaggio a dadini ed i semi di girasole.
  3. Mescolare bene fino ad ottenere un composto liscio, io ho utilizzato anche in questo caso il  frullatore ad immersione.
  4. Versare 2/3 del composto in uno stampo per plumcake, aggiungere i dadini di formaggio, quindi versare il resto del composto coprendo bene il formaggio.
  5. Versare a pioggia i semi di girasole.
  6. Cuocere a 170° per 20 minuti in forno statico precedentemente riscaldato, passato il tempo fare la prova stecchino e se viene superata sfornare il plum cake.
  7. Sfornare il plumcake, sformarlo tiepido.
  8. Servire tiepido o freddo.

Buon Appetito !!

Rustico di spinaci, emmental e speck

Rustico di spinaci, emmental e speck
Rustico di spinaci, emmental e speck

I rustici sono buoni con qualsiasi farcitura, ma questo rustico con spinaci, emmental e speck preparato con soli 4 ingredienti è davvero favoloso!

I rustici sono perfetti come antipasti o per aperitivi, ma anche come cena accompagnati da una buona insalata. Insomma piacciono sempre in qualsiasi situazione, fra l’altro i rustici fanno parte della tradizione gastronomica da passeggio del Salento dove è possibile trovarli ovunque in ogni forno, bar o rosticceria.

Io li preparo da sempre e con tante differenti farciture, perché sono una pietanza molto versatile. Ed anche quando non si ha un’idea precisa di come prepararli, basta aprire il frigo e con un po’ di creatività e fantasia si preparano dei rustici gustosi e golosi, con pochi e semplici ingredienti, fra l’altro sono davvero perfetti come ricette svuotafrigo.

Quello che mi piace di questo piatto, qualunque sia il ripieno, è che si può preparare in anticipo e portarlo facilmente in tavola dopo averlo scaldato in forno per qualche minuto.

Generalmente gli spinaci vengono abbinati alla ricotta, ma con l’emmental e lo speck sono davvero buonissimi! 😀 😀 😉

Per ottenere la superficie dorata non ho utilizzato l’uovo, ma ho fatto cadere sulla superficie del rustico delle gocce d’acqua, poi per rendere più goloso il rustico ho spolverizzato con i semi di sesamo. 

 

Lista della spesa

  • 1 rotolo di pasta sfoglia rettangolare
  • 400 g di spinaci surgelati
  • 150 g di emmental
  • 90 g di speck
  • 2 cucchiai d’olio extra vergine d’oliva
  • Sale q. b.
  • Semi di sesamo q. b
  • 1 cucchiaio di acqua

 

Cuciniamo

  1. Cuocere gli spinaci direttamente congelati, una volta scongelati aggiungere l’olio e dopo qualche minuto aggiustare di sale.
  2. Farli cuocere fino a che l’acqua non sarà evaporata.
  3. Nel frattempo tagliare a listarelle lo speck e l’emmental a dadini.
  4. Amalgamare i tre ingredienti e disporli al centro della sfoglia nel senso della lunghezza.
  5. Piegare i bordi della sfoglia sul ripieno, facendoli aderire bene.
  6. Fare dei tagli sulla superficie, quindi far cadere delle gocce d’acqua sul rustico e poi spolverizzare con i semi di sesamo.
  7. Per la cottura seguire le indicazioni della confezione della pasta sfoglia.

 

Buon Appetito !!

Rustico di pasta sfoglia con gorgonzola, ricotta e noci

Rustico: gorgonzola ricotta e noci
Rustico: gorgonzola ricotta e noci
Sei in cerca di un antipasto veloce da fare? Un antipasto da proporre e riproporre? Eccolo!!
Il rotolo  o rustico di pasta sfoglia è uno degli antipasti che più ricordo di quando ero bambina, ma che secondo me è sempre attuale, generalmente a a casa mia si preparava quello con ricotta e spinaci, ma vi assicuro che con gorgonzola ricotta e noci è davvero buonissimo, talmente buono che è diventato uno dei miei classici in cucina, ai miei ospiti grandi e piccini piace moltissimo.
E come dico sempre … Un piatto davvero delizioso, da leccarsi i baffi

Lista della Spesa per 1 rustico

    • 1 confezione di pasta sfoglia
    • 200 g di gorgonzola
    • 250 g di ricotta vaccina
    • 20/30 g di noci spezzettate
    • Semi di papavero per decorare
    • 1 tuorlo d’uovo

Cuciniamo

  1. Accendere il forno e portarlo a 220°.
  2. Mescolare il gorgonzola la ricotta e le noci.
  3. Versare la crema di formaggi e noci sulla sfoglia, arrotolarla su stessa.
  4. Effettuare dei piccoli tagli sulla sommità della sfoglia.
  5. Spennellare con il tuorlo dell’uovo e spolverizzare di semi si papavero. Infornare e cuocere per circa 15 minuti.

Se preferite preparare una torta rustica:

Utilizzare due dischi di pasta sfoglia.

Cuciniamo la Torta Rustica

  1. Srotolare il primo disco di sfoglia in uno stampo foderato di carta forno.
  2. Versare la crema di formaggi e noci.
  3. Ricoprire con il secondo disco di pasta sfoglia e bucherellare con una forchetta.
  4. Spennellare d’uovo e spolverizzare di semi di papavero.
  5. Quindi procedere con la cottura: 20 minuti in forno a 220°
Nota: La scelta del Gorgonzola se dolce o piccante dipende dai gusti, considerando però che è un formaggio che non amano tutti io utilizzo quello dolce.

Torta Salata con Cipolle , Formaggio Spalmabile, Pomodori secchi – Pie with onions Philadelphia sundried tomatoes

Questa torta salata perfetta come antipasto per le cene o i pranzi natalizi e per cene fra amici o feste. E’ decisamente facile da preparare, è economica, ma molto gustosa. Inoltre ha una particolarità, non ho utilizzato il lievito,o almeno non come siamo abituati a conoscerlo, ho voluto ripercorrere le orme delle nostre nonne. Infatti ho utilizzato il bicarbonato. Il risultato è un’impasto molto elastico, che ben si presta a torte salate o pizze.

Pochi e semplici ingredienti per una torta salta dal risultato rustico e per nulla banale. Questa è la mia proposta, a voi il compito di giudicare.

Ho utilizzato negli ingredienti i Pomodori secchi all’olio extravergine dell’Azienda Agraria Duca Carlo Guarini, un connubio di tradizione tipicamente italiana e bontà, un prodotto di ottima qualità, di un’azienda che è una garanzia.

INGREDIENTI PER LA PASTA DELLA BASE

250 gr di farina 00
3/4 di cucchiaino di lievito
2 cucchiani da caffè di zucchero semolato
Sale q.b.
Salvia Cannamela q. b.
1 bicchiere d’acqua

INGREDIENTI PER LA FARCITURA
3 cipolle dorate
2 noci di formaggio spalmabile
Grani del Paradiso Cannamela q. b.
Sale q. b.
5/6 Pomodori secchi all’olio extravergine dell’Azienda Agraria Duca Carlo Guarini
Olio extravergine Olio extravergine di oliva Cellina Azienda Agricola Duca Carlo Guarini

PROCEDIMENTO
1 – In una terrina versare tutti gli ingredienti per la pasta della base, tranne l’acqua e mescolarli con cura, quindi aggiungere poco per volta l’acqua finché non sarà tutta incorporata. Se dovesse essere necessario aggiungere altra acqua o farina. Il risultato deve essere un’impasto morbido ed elastico.
2 – Coprire la terrina con della pellicola alimentare e mettere a lievitare per circa 2/3 ore in frigorifero.
3 – Passato questo tempo porre la pasta su un foglio di carta da forno e stenderla con l’aiuto di un mattarello, ricavando un disco dello spessore di circa 2/3 mm.
4 – Spostare la carta forno con la pasta in una tortiera da 24 cm e modellarla lasciando i bordi alti.
e continuare a far lievitare, stavolta in forno spento con la luce accesa.
5 – A questo punto mondare le cipolle, cuocerle in una padella l’olio extravergine d’oliva e mezzo bicchiere d’acqua. Aggiungere a metà cottura il sale e i Grani del Paradiso macinati. Girare di tanto in tanto e se necessario aggiungere altra acqua. Le cipolle devono cuocere ma non devono seccare. 5 – Una volta cotte le cipolle, spegnere il fuoco ed aggiungere le 2 noci di formaggio spalmabile, mescolare finché il formaggio non sarà totalmente sciolto ed amalgamato.
6 – Versare le cipolle sulla base di pasta, aggiungere i pomodori secchi tagliati a pezzetti , coprire la farcitura con i bordi di pasta, quindi ungere i bordi con dell’olio extravergine d’oliva.
7 – Lasciar riposare la torta salata per circa 1 ora, quindi accendere il forno e portarlo a 200° infornare la torta e farla cuocere finché la pasta non sarà dorata, fare la prova stecchino, sfornare lasciare freddare per alcuni minuti tagliare la torta e servirla.

Buon Appetito!


This savory pie is perfect like appetizer for Christmas lunches or dinners, for dinner with friends and during a party. It’s definitely easy to prepare, inexpensive but very tasty . It also has a special feature, I have not used the yeast , or at least not as we used to know . I wanted to follow the teaching of my grandmother, in fact I used baking soda. The result is a very elastic dough, which is very usefull to savory pies or pizzas.A savory pie with few and simple ingredients for a rustic result. This is my proposal to you to judge.I used as ingredients the dried tomatoes with extra virgin oil by Azienda Agraria Duca Carlo Guarini, a typical combination of product high quality and traditional italian goodness, from a company that is a guarantee.

INGREDIENTS FOR THE DOUGH BASE
9 oz (250 g) of flour 00
3/4 teaspoon baking powder
2 teaspoons of sugar
Sale to taste
Dried sage to taste
1 glass of water

INGREDIENTS FOR THE FILLING
3 brown onions
2 walnut cream cheese
Pepper for example Grains of Paradise Cannamela to taste
Salt to taste
5 – 6 dried tomatoes with extra virgin oil Company Duca Carlo Guarini Farming
1 tablespoon of Extra virgin olive oil Cellina olive oil by Azienda Agraria Duca Carlo Guarini

PREPARATION
1 – In a bowl, pour all the ingredients for the dough base, except the water and mix fine, then add the water little by little until it is all incorporated . If you need, add one teaspoon at time of water if the dough is hard or flour if it is too liquid. Remember you the result should be soft and elastic dough.
2 – Cover the bowl with plastic wrap and let rise for about 2 – 3 hours in the refrigerator.
3 – After this time put the dough on a sheet of baking paper and roll out with the help of a rolling pin , obtaining a disc thick about 1⁄8 in.
4 – Now slide the parchment paper in a baking pan of 15-16in and cover high the sides with dough, then continue leavening, in the oven with the light on.
5 – At this point, clean the onions , cook them in a pan with the extra virgin olive oil and half cup of water. Add at half-cooked salt and ground pepper . Turn occasionally and add more water if necessary . The onions should be cooked but not dry.
6 – Once the onions cooked , turn off the heat and add the 2 nuts cream cheese , stir until cheese is completely melted and blended.
7 – Pour the onions on the basis of pasta, add the sun-dried tomatoes cutted in thin slice , cover the filling with the edges of the dough , then smear the edges with extra virgin olive oil .
8 – Allow the pie to rest for about 1 hour, then turn on the oven and take the cake bake at  400°F (200°C) and cook until the savoury pie until the surface is brown , do the toothpick test , let cool,  then cut when it is lukewarm .
9 – Serve .

Buon Appetito !!

Torte salate: alla crema di peperoni mortadella e mozzarella e alla crema di pomodorini secchi con caprino

 

Buongiorno a tutti finalmente oggi un sole che scalda il cuore fa venire fa quasi nascere la speranza che la primavera stia arrivando J
Oggi vi voglio presentare un duetto di torte rustiche, da presentare come antipasti, sono delle belle e soprattutto buone e veloci idee per quando si hanno amici o parenti a cena, si sa il tempo non è mai molto e ricettine come queste non fanno che aiutarci a trovare il Gusto a tavola 😉

 

LE MASSERIE DEL DUCA CREMA DI PEPERONI ROSSI  è una crema che mi riporta immediatamente all’estate, il rosso vivace dei peperoni e il sapore così pieno ed intenso fa pensare ad una bella giornata estiva, sarà che io amo in modo partiolare i peperoni, sarà che questa crema è davvero buona la mia torta rustica ha assunto un gusto totalmente nuovo. La crema si spalma facilmente ed essendo di ottima qualità una piccola quantità serve ad arricchire ed impreziosire molte pietanze.
LE MASSERIE DEL DUCA CREMA DI POMODORI SECCHI è una crema che mi ha conquistato dal primo momento in cui ho aperto il coperchio, è una crema intensa una crema il cui profumo solletica le narici incuriosendo fin da subito, il colere tipicamente rustico viene totalmente sovvertito dal gusto che in realtà risulta elegante e appagante, è una crema adatta a moltissimi piatti dall’antipasto al contorno, un prodotto che mi ha colpito fin da subito.
1 VERSIONE DELLA TORTA SALATA ALLA CREMA DI PEPERONI MORTADELLA E MOZZARELLA
INGREDIENTI
       Le masserie del duca crema di peperoni rossi  a  piacere io ne ho usata 2/3 di barattolino
          200g di mortadella
          Una mozzarella
          1 confezione di pasta sfoglia o brisè
          1 rosso d’uovo
PROCEDIMENTO
Tritare la mortadella con la mozzarella, nel frattempo adagiate la sfoglia in uno stampo per torte più è piccolo e più la torta risulterà ricca, io ne uso generalmente uno da 22 cm, ora spalmare la crema di peperoni a piacere sul fondo della sfoglia quindi versare il composto di mortadella e mozzarella tritate sopra la crema di peperoni, ripiegare sulla farcitura i bordi della sfoglia e spennellarli con il tuorlo.
Infornare dopo aver portato la temperatura a 170° per circa 30 minuti.
2 VERSIONE DELLA TORTA SALATA ALLA CREMA DI PEPERONI MORTADELLA E MOZZARELLA
          Le masserie del duca crema di peperoni rossi  a piacere io ne ho usata 1/3 di barattolino
          Le masserie del duca crema di pomodori secchi 2 cucchiaini
          Una decina di Pistacchi
          200g di mortadella
          Una mozzarella
          1 confezione di pasta sfoglia o brisè
          1 rosso d’uovo
PROCEDIMENTO
Tritare la mortadella con la mozzarella e i pistacchi, nel frattempo adagiate la sfoglia in uno stampo per torte, io ho usato sempre il mio stampo da 22 cm, ora spalmare la crema di peperoni  sul fondo della sfoglia e sopra di essa la crema di pomodorini secchi, aggiungere il composto di mortadella e mozzarella pistacchi tritate sopra le creme, ripiegare sulla farcitura i bordi della sfoglia e spennellarli con il tuorlo.
Infornare dopo aver portato la temperatura a 170° per circa 30 minuti.

 

 

 

TORTA SALATA CREMA DI POMODORI SECCHI E CAPRINO
          Un caprino
          1 confezione di pasta sfoglia o brisè
PROCEDIMENTO
Adagiate la sfoglia sulla teglia da forno lasciando, ora spalmare la crema di pomodori secchi  e sopra di essa il carpino, quando il composto darà ben amalgamato richiudere la sfoglia formando uno strudel e spennellare la superficie con il tuorlo.
Infornare dopo aver portato la temperatura a 170° per circa 30 minuti
CON QUESTE RICETTE PARTECIPO AL CONTEST DI MIMMA DI PASTICCI E PASTICCINI DI MIMMA ME LO PORTO IN UFFICIO!!!!
 
 
 

 

var addthis_config = {“data_track_addressbar”:true};
//s7.addthis.com/js/300/addthis_widget.js#pubid=ra-522c9ac24d382992

Crostata salata con ricotta e salsa di mirtilli all’aceto balsamico

 

L’azienda che vi presento oggi è IL BAGGIOLO un’azienda montana che si trova sulle montagne dell’Appennino tosco-emiliano e precisamente si trova ad Abetone, un luogo totalmente immerso nella natura, una natura che ci protegge e ci mozza il fiato quando la ammiriamo in tutto il suo splendore, che in alcune stagioni dell’anno si manifesta però in modo davvero prepotente guardandoci con fare severo;

a questo proposito ricordo un bellissimo Capodanno trascorso in quella zona dove per la prima volta vidi questi veri e propri muri di neve che si ergevano con fare dominante sul ciglio della strada, ma che poi in primavera questa stessa natura rigenerata e dallo spirito più bonario si trasforma nella culla di una pianta davvero preziosa il Mirtillo nero selvatico, (Vaccinium Myrtillus L.)ed è questa la pianta con cui i quattro soci de IL BAGGIOLO dal 1981 hanno creato ricette e prodotti partendo dai frutti di questa pianta dal gusto nuovo e decisamente non convenzionale realizzando salse da proporre con formaggi o carni per arrivare a confetture per dolci per poi giungere al 1991 ad imbottigliare il liquore per eccellenza creato coi mirtilli Il Mirtillino la cui ricetta originale è stata creata nelle montagne de l’Abetone.

Il BAGGIOLO dalla sua nascita ad oggi arriva a presentare nel suo catalogo prodotti dalle confetture ai succhi di frutta, dalla frutta da spalmare al miele dalle grappe fino ad arrivare ai liquori e alle salse di frutta con aceto balsamico di Modena; inoltre è possibile visitare il laboratorio di quest’azienda montana e vedere la filiera produttiva e come vengono lavorate le materie prime, ILBAGGIOLO cura con grande attenzione i suoi prodotti, coccolandoli durante la preparazione delle ricette, quest’azienda è molto attenta alla nuove tendenze sia del mercato che per quello che riguarda la salute, infatti hanno creato una linea biologica e la frutta da spalmare senza zucchero aggiunto. I prodotti de IL BAGGIOLO mi hanno subito colpito, da amante della montagna non appena ho aperto i barattoli sono stata invasa da un profumo intenso di frutta, in particolare di mirtillo, un frutto di bosco davvero ricco di tante e preziose proprietà.
L’importanza di quest’azienda è quella di aver riportato l’attenzione su una pianta dai grandi poteri officinali e nutritivi, il mirtillo nero selvatico, è lo stesso frutto di bosco utilizzato dalle aziende farmaceutiche è infatti un potente Astringente, Antisettico, Antidiarroico e un regolatore intestinale, inoltre le sue foglie sono un tonico naturale.
La bellezza la bontà di questo frutto è davvero nota a tutti, ma poter avere i suoi benefici gustando i prodotti di un’azienda come IL BAGGIOLO una vera un’alleata della natura che ne porta il vessillo in modo semplice ma efficace rende una pietanza ancora più ricca di interessanti spunti oltre che a livello di gusto anche a livello nutritivo e salutare.
La ricetta che vi presento è una focaccia alla ricotta con salsa di mirtilli all’aceto balsamico, volete leggere la ricetta? Eccola!!
INGREDIENTI
PER LA FOCACCIA
250 g farina bianca
1 cucchiaio di olio d’oliva
1-2 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di rosmarino tritato
1 busta di lievito per pizze e focacce
150 ml acqua
PER LA FARCIA
250 gr di ricotta
2/3 cucchiai di Parmigiano Reggiano
sale e pepe qb
Salsa di mirtilli e aceto balsamico di Modena de IL BAGGIOLO
PROCEDIMENTO
Mettere tutti gli ingredienti per la focaccia in una terrina o nell’impastatrice e mescolarli fino ad ottenere un impasto omogeneo e liscio, e stenderlo con le mani in uno stampo antiaderente precedentemente oleato, facendo attenzione a creare dei bordi alti.
In una seconda ciotola mescolare la ricotta e il Parmigiano Reggiano con il sale il pepe quando gli ingredienti saranno amalgamati versarli nell’impasto quindi abbassare i bordi della pasta e quindi infornare per 30 minuti a forno preriscaldato a 180°.
Una volta cotta la crostata salata farla freddare e versare sulla ricotta la Salsa di mirtilli e aceto balsamico di Modena de IL BAGGIOLO servire fredda o tiepida.

Torta rustica pere Asiago, noci miele e semi di lino

 

Eccomi qui a presentarvi questa deliziosa torta rustica che ho fatto per il mio gruppo d’assaggio lo scorso venerdì, questo è stato il piatto con cui abbiamo aperto la cena, è davvero semplice e veloce da fare, ma molto molto gustoso.
Amo moltissimo l’asiago con le pere… e le noci che un abbinamento questo che vi ho proposto in modo simile in questa insalata, ma in questo caso ho aggiunto il miele e per creare un colpo d’occhio gradevole, in fin dei conti anche l’occhio vuole la sua parte… i semi di lino.
Via vi lascio la ricetta, mi è piaciuta talmente tanto questa torta rustica che mi è venuta voglia di mangiarne una fetta… peccato sia finita dopo circa 15 minuti che l’ho affettata… ops dovrei dire per fortuna;)
INGREDIENTI
1 rotolo di pasta sfoglia
2 pere di media grandezza, io ho usato 1 pera grande e 1 piccola
140 gr di asiago
8/10 gherigli di noci
Miele d’acacia qb
Semi di lino qb
PROCEDIMENTO
Stendere la pasta sfoglia con tutta la carta dorno in uno stampo io ne ho usato  uno basso da 18/20 cm in pirex, tagliare a cubetti l’asiago e stenderlo sul fondo della sfoglia, quindi sbucciare le pere e tagliare anche loro a cubetti, versare in modo omogeneo i cubetti, spezzettare i gherigli di noce e disporli a raggiera sopra le pere, infine versare a pioggia il miele, io ho usato giusto il necessario a dare quel sapore particolare alla farcia. Infine dopo aver ripiegato su se stesso la pasta sfoglia che fuoriusciva dallo stampo, tagliare la carta in eccesso e spolverizzare di semi di lino sia la farcitura che il bordo infornare a 160° a forno già per circa 20 minuti, quando inizia a dorarsi è ora di spegnere il forno.
Servire fredda e GNAMMMMMM

 

Con questa ricetta partecipo al contest di samaf di DOLCIZIE e di Vicky di ARTE IN CUCINA nella sezione RUSTICI
 
IL PARADISO DELLA FRUTTA SECCA di Vale di Una fetta di paradiso

 

 

Ricetta quiche con prosciutto cotto e piselli

Eccomi qui per una ricetta salata per la precisione una torta salata. Una torta ispirata alle mie vacanze in Francia esattamente alla montagna della Savoia che amo tanto, una torta che in modo similare trovavo nelle Boulangerie dove l’olfatto veniva inebriato di sapori e la vista colpita da forme colori e ingredienti in apparenza semplici, ma che uniti insieme dava un senso di allegria e di buonumore così profondi che non si riusciva mai ad uscire da una Boulangerie senza aver comprato nulla :))

Sabato sera in una cena con parenti ed amici ho proposto questa quiche che pensavo come poter realizzare mentre facevo la spesa e alla fine pensa che ti ripensa ho deciso di usare prosciutto cotto e piselli….. bè devo dire che era proprio da GNAM!!

Dopo la foto trovate come sempre gli ingredienti e il procedimento.

INGREDIENTI
-1 confezione di pasta brisè
– 150gr di prosciutto cotto tagliato a dadini
– 150gr di piselli
– 100 gr di mousse di latte, va benissimo anche la ricotta di latte di mucca
– 2 uova
– sale e pepe a piacere

PROCEDIMENTO
Cuocere a vapore i piselli, quando sono cotti farli freddare un poco per non cuocere le uova, nel frattempo rivestire una teglia con la pasta brisè, più è piccola la teglia più alta verrà la nostra quiche, ma attenzione andrà cotta un po’di più. Dopo aver disposto la pasta nello stampo facendo attenzione ad avere i bordi dello stampo ricoperti di pasta, quest’operazione serve per evitare che la farcitura fuoriesca; vi consiglio di fare quest’operazione quando la pasta non è molto calda, altrimenti i bordi si adageranno sul fondo. Ora in una terrina amalgamare bene il prosciutto cotto, i piselli, il sale, il pepe e la mousse di latte (o ricotta), per ultime aggiungete le uova e quando il composto sarà bello omogeneo versatelo nella pasta brisè, quindi ripiegate i bordi sul composto e infornate già caldo a 170° per ½ ora… lasciate la torta per 5/7 minuti in forno dopo averlo spento, servite tiepida o fredda e………………. GNAM!! :))

var addthis_config = {“data_track_addressbar”:true};
//s7.addthis.com/js/300/addthis_widget.js#pubid=ra-522c9ac24d382992