Polpette di lenticchie e spinaci – ricetta per vegani, vegetariani ed amanti dei legumi

Polpette di lenticchie e spinaci - piatto per vegani vegetariani e amanti dei legumi. Una ricetta economica, veloce e di sicuro successo
Polpette di lenticchie e spinaci – piatto per vegani vegetariani e amanti dei legumi. Una ricetta economica, veloce e di sicuro successo

Le polpette di lenticchie e spinaci sono buonissime! Questa è una ricetta per tutte quelle persone che amano i legumi, per chi segue una dieta vegana, vegetariana o la dieta mediterranea, insomma davvero per tutti. Lenticchie e spinaci sono un accoppiata che mi piace moltissimo, di norma in inverno faccio una zuppa con questi due ingredienti, con i crostini di pane, aglio e peperoncino. Ma era davvero da molto tempo che volevo provare le polpette di legumi. Il massimo del gusto, secondo me, si ottiene friggendole, ma per chi vuole mantenere un occhio alla linea, le può tranquillamente cuocere come ho fatto io in padella.

Le polpette di lenticchie e spinaci sono un piatto veloce ed economico da preparare. Questa è una ricetta adatta anche per il menù di una festa o una cena con amici. Le polpette si possono preparare il giorno prima e scaldare al momento (io ho fatto così).

Oltretutto è anche una ricetta svuota frigo perfetta, io tengo sempre una scorta di legumi in barattolo per emergenza e delle verdure surgelate. A fine stagione, quando partiamo per i viaggi o i week end, ho sempre qualche rimanenza, questa è una di quelle ricette che mi viene in aiuto. 😉

Lista della spesa per 3-4 persone

  • 1 e 1/2 barattolo di lenticchie
  • 200-300 g di spinaci surgelati – io ho usato quelli in foglie
  • 2 spicchi d’aglio
  • Spezie AMERICAN BBQ – U.S.A. Cannamela a piacere  – io le ho messe sia nella cottura degli spinaci che sulle polpette
  • Pangrattato q. b.
  • Olio extra vergine d’oliva q. b.
  • Sale q. b.

Cuciniamo

  1. Scaldare in una padella un paio di cucchiai di olio con l’aglio e aggiungere gli spinaci congelati.
  2. Cuocerli a fuoco lento con un coperchio, mescolando di tanto in tanto, quando gli spinaci si saranno scongelati aggiungere le spezie American BBQ a piacere.
  3. Scolare le lenticchie e sciacquarle dall’acqua di vegetazione, aggiungerle agli spinaci amalgamando il tutto e continuare la cottura aggiustando di sale.
  4. A cottura ultimata far freddare.
  5. Aggiungere il pangrattato per assorbire l’umidità delle lenticchie e degli spinaci.

Cottura leggera

  1. In una ciotola versare del pangrattato, nel frattempo scaldare poco olio in una padella antiaderente.
  2. Formare con il composto le polpette e impanarle nel pangrattato.
  3. Cuocerle quel tanto che serve per fare una leggera crosticina.
  4. Durante la cottura schiacciare leggermente le polpette, spolverizzare su entrambi i lati con le spezie American BBQ.

Frittura

  1. Aggiungere le spezie direttamente nel pangrattato mescolare e impanare.
  2. Dopo aver scaldato abbondante olio immergere le polpette.
  3. Una volta dorate, scolarle e passarle su carta paglia o carta da cucina per assorbire l’olio in eccesso.

Ho servito le polpette con un’insalata mista.

Buon Appetito!!

Lenticchie con olive nere, pomodori secchi e scorza di limone – Lentils with black olives, Sun-dried tomatoes and lemon zest

Il 31 dicembre è sempre più vicino e un po’ tutti ci stiamo preparando a festeggiare la fine di questo 2013, dovendo fare un bilancio di come l’anno è iniziato e sta concludendo, sono molto contenta che stia arrivando un nuovo anno che spero sia portatore di maggiore fortuna e allegria per me i miei cari e per tutti voi che leggete le mie parole e ricette.
Questo è stato uno degli anni più difficili per me e molte persone che conosco, ma è inutile piangere sul latte versato, rimbocchiamoci le maniche e guardiamo il 2014 dritto negli occhi con tanta determinazione e voglia di fare!

Lascio a voi il mio più caro e sincero augurio per un UN FELICE  E PROSPERO 2014… questo oltre ad essere un augurio è anche il titolo di un contest organizzato dall’azienda Casale1485, a cui sono stata invitata a partecipare da Eva. Un invito molto gradito sia per l’onore di averlo ricevuto sia per la gioia che mi da poter parlare della mia amata Umbria … la terra a cui mi sento legata a filo doppio.

L’azienda Casale1485 è un’azienda dell’Umbria produce e commercializza legumi, cereali e olio extra vergine di oliva di eccellenza, 100% italiani. Tra i prodotti le famose lenticchie di Colfiorito ed è proprio a Colfiorito che l’azienda ha la sua sede… e questa è una zona davvero meravigliosa.

Sapete il motivo per cui la sera del 31 dicembre si mangiano le lenticchie? Bhè tutti sappiamo che le lenticchie portano fortuna, per questo è tradizione mangiarle l’ultimo dell’anno. La lenticchia, per la sua forma piccola tonda e schiacciata, infatti già in epoca romana, simboleggiava l’abbondanza e il denaro. Ogni lenticchia rappresenta una moneta, quindi più se ne mangiano prima della fine dei festeggiamenti e più soldi si avranno l’anno successivo, tant’è che in passato esisteva l’usanza di regalare, a fine anno, con l’augurio che si trasformassero in dobloni d’oro, una borsa detta Scarsella piena di lenticchie, … oltretutto le lenticchie sono ricche di ferro e sono anche molto proteiche, un volta erano uno dei piatti dei poveri, oggi sono una ricchezza non solo per la tradizione, ma anche per i valori nutritivi… detto questo forza a cucinare lenticchie e soprattutto a mangiarle… pancia mia fatti capanna!!

INGREDIENTI
250 gr di lenticchie di Colfiorito
3 cucchiai di carota, cipolla e sedano tagliati a dadini
la scorza di un limone
6/7 Pomodori secchi

1/3 di bicchiere di Grappa di Ciliegiolo per sfumare
2 cucchiai Olio extra vergine d’oliva più 1 cucchiaino per porzione
80 gr di Olive nere
Sale e Pepe q.b.
Pane Carasau
PROCEDIMENTO
Versare l’olio, la cipolla, la carota e il sedano tagliati a dadini in una padella aggiungere le lenticchie di Colfiorito e far tostare per qualche secondo, proprio come fareste per col riso. Sfumare con la grappa di Ciliegiolo quindi aggiungere due bicchieri di acqua per cuocere le lenticchie e la scorza di limone intera, in modo da poterla togliere a fine cottura. Aggiustare di sale e pepe.
Aggiungere le olive nere e i pomodori secchi se necessario aggiungere altra acqua fino a fine cottura.
Servire con un cucchiaino di olio extravergine e del pane carasau.Con questa ricetta partecipo al contest dell’azienda Casale1485 UNO SPLENDIDO E PROSPERO 2014 …. e questo è anche il mio augurio per tutti voi!

On 31 December is getting closer and a bit ‘ all we are preparing to celebrate the end of 2013, having to take stock of how the year has started and is ending, I am very glad that it is coming a new year that I hope to be a carrier of greater luck and cheer for me and my loved ones for all of you who read my words and recipes.
This was one of the most difficult years for me and many people I know, but it’s useless to cry over spilled milk, let us look at the sleeves and 2014 straight in the eye with a lot of determination and desire to do!
I leave you my dearest and heartfelt wishes for a happy and prosperous 2014 … This is not only a wish is also the title of a contest organized by the company Casale1485, to which I was invited to participate by Eva. A very welcome invitation is for the honor of having received both for the joy that I can talk about my beloved Umbria … the Earth to which I feel bound to double wire.
The Casale1485 company is a company Umbria produces and sells vegetables, cereals and extra virgin olive oil, 100% Italian excellence. Among the products the famous lentils of Colfiorito in Colfiorito is that the company has its headquarters … and this is a truly wonderful area.
Do you know why the evening of 31 December you eat lentils? Well we all know that lentils bring good fortune, for this is eating tradition new year’s Eve. The lentil, for its small round shape and squished, already in Roman times, symbolized the abundance and money. Each represents a lentil, then more if you eat before the end of the festivities and the more money you will have in the next year, so much so that in the past there existed the custom of giving away the end of the year, with the hope that became Gold Doubloons, a bag full of lentils called Tassets, … Moreover, lentils are rich in iron and protein, are also a time were one of the dishes of the poorToday I am a wealth not only for tradition, but also for nutritional values … said this strength to cook lentils and especially to eat them … my tummy made hut!!
INGREDIENTS
250 grams of lentils of Colfiorito
3 tablespoons carrot, onion and celery diced
the rind of a lemon
6/7 Sun-dried tomatoes
1/3 glass of Grappa di Ciliegiolo to fade
2 Tablespoons extra virgin Olive Oil plus 1 teaspoon per serving
80 g black olives
Salt and pepper to taste.
Carasau Bread
PROCEEDINGS
Pour the oil, onion, carrot and diced celery in a pan, add the lentils of Colfiorito and toast for a few seconds, just like you would for with rice. Deglaze with the grappa di Ciliegiolo and then add two glasses of water to cook the lentils and lemon zest, so you can remove when cooked. Season with salt and pepper.
Add the olives and dried tomatoes if necessary add more water until the end of cooking.
Serve with a teaspoon of olive oil and of the carasau bread.
With this recipe, I participate in the contest of the company Casale1485 a BEAUTIFUL and prosperous 2014 …. and this is my wish for all of you!