Crostata SALVA DESSERT con banane, biscotti secchi e scaglie di cioccolato gianduia

Arrivano gli amici all’improvviso e non solo non hai tempo per cucinare, non sai nemmeno che dolce preparare? Vorresti urlare, ma nemmeno per questo hai tempo? Questa crostata decisamente fa per te!!! E’ anche una ricetta svuota dispensa, di recupero.

Si sa non sempre si può avere il tempo di fare le preparazioni di base, di norma la frolla la preparo io, ma per chi non ha dimestichezza con la preparazione della frolla o se si è con l’acqua alla gola con i tempo il rotolo di frolla pronta è la nostra salvezza!!

Nella mia dispensa c’è sempre un barattolo con i biscotti secchi sbriciolati, o con la polvere dei biscotti secchi che rimane sul fondo della confezione, li uso per torte come questa  non ci sono sprechi!

Per la ricetta della pasta frolla guarda;

Infatti ti consiglio di tenerne sempre un rotolo in congelatore, non si sa mai quando può servire.

Lista della spesa

  • 1 rotolo di pasta frolla – oppure segui le ricette delle crostate riportate sopra
  • 1 banana grande o 2 piccole
  • Biscotti secchi sbriciolati a piacere – io misti al cioccolato e non
  • Scaglie di cioccolato gianduia – Io Amedei
  • Zucchero integrale di canna q. b.
Si possono sostituire le banane con Mele, Pere, Pesche ed Albicocche

 

Cuciniamo

  1. Accendere il forno e portarlo alla temperatura e con la funzione riportata sulla confezione della frolla.
  2. Srotolare la frolla su uno stampo da 22 cm, lasciando la carta forno.
  3. In ciotola versare la banana tagliata a rondelle sottili, aggiungere i biscotti secchi e il cioccolato gianduia e mescolare il tutto.
  4. Versare il ripieno sulla frolla e riversare verso il centro il bordo della frolla come in foto.
  5. Spolverizzare con lo zucchero integrale di canna.
  6. Quando il forno raggiunge la temperatura infornare lo stampo e farlo cuocere secondo le indicazioni.
  7. A fine cottura fare la prova stecchino, quindi sfornare.
  8. Servire tiepida o fredda
Buon Appetito!!
Annunci

Pane di semola e farina grano, alla Paprika dolce ed Erbe di Provenza. Ed il segreto per farlo leggero e buonissimo!

pane-alla-paprika-dolce-e-erbe-di-provena-livitazione-30-ore-cooking-dona
Pane di semola e farina grano, alla Paprika dolce ed Erbe di Provenza. Ed il segreto per farlo leggero e buonissimo!

Il pane si sa è una delle cose più buone che ci sia, se poi la ricetta del pane è senza zuccheri aggiunti e con pochissimo lievito, è ancora più buono!!

Molto spesso si pensa che farne uno buono in casa sia impossibile, ma secondo me non è così. Certo si devono seguire delle regole, e si deve far attenzione a non fargli prendere correnti d’aria, ma alla fine tutti possono cimentarsi nella preparazione del pane, con pochi piccoli segreti!

Questa ricetta prevede una lievitazione di oltre 30 ore, ma non preoccuparti, il tempo effettivo da dedicarle è al massimo di 20/25 minuti nell’arco di due giorni.

 

Lista della spesa

  • 200 g di farina di tipo 2
  • 200 g di farina di tipo 0
  • 600 g di semola di grano duro rimacinata
  • 250-300 ml di acqua e se necessario aggiungerne un po’ alla volta
  • Sale q. b.
  • 12 g di lievito per pane – io lievito di birra essiccato arricchito con pasta madre essiccata
  • Paprika Affumicata ed Erbe di Provenza a piacere- io Cannamela
  • Pellicola alimentare q. b.

Attenzione: La quantità d’acqua riportata è puramente indicativa. Io di norma per la quantità mi regolo ad occhio, anche perché l’acqua dipende molto dall’umidità ambientale. Di norma l’acqua deve essere 1/3 della farina. 

Trucco: il lievito ed il sale non devono entrare in contatto, quindi aggiungerli agli ingredienti in modo separato

 

Cuciniamo

  1. Nel cestello della planetaria versare il lievito, quindi versare le tre farine ed infine il sale.
  2. Attivare la planetaria mescolando tutti gli ingredienti.
  3. Aggiungere a filo l’acqua, poco alla volta facendola assorbire bene dall’impasto.
  4. Quando si è formata una palla liscia e lucida, trasferirla in una ciotola capiente e coprirla con la pellicola alimentare.
  5. Coprire la ciotola con canovaccio e poi con una coperta calda o un pile, dopo un paio di ore spostare la ciotola nel forno spento e continuare a farla lievitare.
  6. Dopo circa 24 ore dividere l’impasto in tre parti per ottenere una treccia.
  7. Sulla prima porzione di pasta spolverizzare abbondante Paprika dolce.
  8. Sulla seconda porzione di pasta spolverizzare abbondanti Erbe di Provenza.
  9. La terza lasciarla al naturale.
  10. Lavorare le 3 porzioni d’impasto singolarmente ottenendo 3 filoni, più lunghi sono più la treccia viene grande.
  11. Durante la lavorazione dei filoncini, se volete aggiungere altra Paprika dolce ed Erbe di Provenza.
  12. Formare una treccia, quindi arrotolarla su se stessa e lasciarla lievitare, fuori dal forno, coperta con la pellicola alimentare un canovaccio e il pile.
  13. Lasciare lievitare ancora per circa altre 6 ore, o almeno fino a quando non vedete che è cresciuta più del doppio.
  14. Ricoprire una placca da forno di carta da forno e spolverizzare di farina.
  15. Accendere il forno e portarlo a 200°, quindi infornare la treccia per 40 minuti, passato il tempo rovesciarla e farla dorare per altri 5 minuti.
  16. Quindi sfornarla e lasciarla freddare un po’ prima di servirla.
Più l’impasto lieviterà e più risulterà leggero.
Buon Appetito!!

Dado Vegetale Granulare fatto in casa, eccezionale veramente!

 

Il dado granulare vegetale è ottimo sia per la preparazione del brodo vegetale sia per insaporire le pietanze. Se poi il dado è fatto in casa, diventa tutto più buono.

L’idea mi è venuta parlando con la mia carissima amica Antonella (la mia Gura, come la chiamo io!) del blog Mele&More , è stata lei infatti che mi ha fatto venire la voglia di preparare il dado vegetale granulare e da quando l’ho fatto la prima volta l’ho fatto e rifatto, come le ho detto tante volte mi ha aperto un mondo!! Ed ogni volta cambia il sapore cambiando le dosi delle verdure e le verdure stesse. Fra l’altro è anche un’ottima idea regalo.
Si può utilizzare al posto del sale, in aggiunta al sale per per aromatizzare o sciolto nell’acqua per fare un brodo vegetale.

Lista della spesa

  • 300 gr Sale dolce di Cervia
  • 700 gr di Verdure miste fra cui : Cipolla Rossa di Tropea compresa la cuticola e le radici – Aglio – Prezzemolo gambi e foglie – Carota compresa la buccia e la barba (se presente) – Sedano comprese le foglie – Verza
  • 1 bicchierino di vino bianco
  • Mirto in foglie e il Ginepro macinato a piacere – io Cannamela 

 

Cuciniamo

 

  1. Lavare bene le verdure e tagliarle a pezzetti
  2. Metterle in pentola senza scolarle
  3. Aggiungere il vino bianco
  4. Coprire con un coperchio ed iniziare a cuocerle a fuoco basso
  5. Quando le verdure iniziano ad asciugarsi aggiungere il sale.
  6. Continuare a cuocere finché le verdure non saranno cotte e l’acqua completamente assorbita
  7. Se necessario per la cottura aggiungere uno o più cucchiai di acqua
  8. Quindi passarle nell’essiccatore tenendole larghe fra loro, utilizzando anche più piani del’apparecchio, far funzionare fino a completa disidratazione.
  9. Una volta essiccate le verdure frullarle, se il dado risultasse umido passarlo al microonde per qualche minuto a al di sotto dei 360 WATT.

Se non hai l’essiccatore puoi passare le verdure con il sale nel forno a 100° finché non sono disidratate.
Se vuoi utilizzale il microonde, scegli una potenza al di sotto dei 600 WATT, ogni 5 minuti controllare la disidratazione.

Conservatelo in frigorifero e cercate di consumarlo entro 3 mesi, 6 mesi se lo terrete sottovuoto. 

Buon Appetito!!